Belice e Friuli: ricostruzioni a confronto

Qualche tempo fa un lettore mi ha scritto un messaggio in cui chiedeva: perché in Friuli Venezia Giulia, dopo il terremoto del 1976, hanno ricostruito senza problemi, mentre voi non lo avete fatto?

Penso che tanti si pongano questa domanda, considerando che la ricostruzione nel Friuli viene citata (a ragione) come un esempio positivo e quella nel Belice (altrettanto a ragione) come antitesi negativa.

La risposta a questa domanda tuttavia è complessa, e va ben oltre la contrapposizione “folkloristica” tra un nord operoso ed efficiente e un sud pigro e incapace (ai friulani vanno riconosciuti di certo grandi meriti nel periodo post terremoto. Sulle lotte civili dei belicini si veda qui).

Per chiarire la questione bisogna guardare a numeri e fatti. Ho provato a riassumerli brevemente:

NUMERI

Data

Belice: 15 gennaio 1968

Friuli: 6 maggio 1976

Intensità

Belice: 6.3 scala Richter

Friuli: 6.4 scala Richter

Totale popolazione colpita

Belice: 58.563*

Friuli: 250.222*

Vittime

Belice: circa 400 vittime

Friuli: circa un migliaio di vittime

Sfollati:

Belice: circa 98.000

Friuli: 100mila

Stanziamenti previsti dallo Stato

Belice: oltre 2,2 miliardi di euro (valore nominale) dal 1968 al 2018. Circa 9,2 miliardi di euro (rivalutati a valore 2014 sulla base degli indici Istat di rivalutazione monetaria)**

Friuli: 4,7 miliardi di euro (valore nominale) dal 1976 al 2006. Oltre 18,5 miliardi di euro (rivalutati a valore 2014 sulla base degli indici Istat di rivalutazione monetaria)**

 

FATTI

  1. La più evidente differenza tra la ricostruzione nel Belice e nel Friuli è che lo stato ha stanziato nel primo caso meno di un terzo dei fondi che ha riconosciuto invece al secondo. Inoltre, i soldi nel Belice non sono arrivati tutti insieme, ma a poco a poco nel corso degli anni. Basti pensare che la dotazione finanziaria stanziata subito dopo il terremoto nel Friuli, tra il 1976 e il 1977, fu superiore a tutti i finanziamenti previsti per il Belice in 25 anni. Questa situazione è stata denunciata fino agli anni Novanta dal comitato dei sindaci del Belice, presieduto da Vito Bellafiore. Come appare evidente, le autorità statali hanno agito con due pesi e due misure.
  2. Nel Belice sono stati compiuti errori che, proprio perché riconosciuti in modo chiaro, non sono stati ripetuti nel Friuli. Ad esempio, dopo il sisma del 1976 le autorità statali hanno evitato di accentrare tutti i poteri nelle loro mani (come avevano fatto nel 1968) e hanno affidato compiti e decisioni anche alle autorità locali. Dopo il terremoto in Friuli, i sindaci del Belice si sono recati nella zona terremotata a suggerire quali errori evitare. “Il Parlamento ed il Governo per il Friuli hanno approvato da subito dei provvedimenti di decentramento alla Regione e ai Comuni per poter gestire direttamente e tempestivamente l’opera di ricostruzione e di rinascita; e il tutto sorretto da una dotazione finanziaria adeguata, giustamente, alle reali esigenze”, scrive Vito Bellafiore nel suo libro Storia del Belice. Potremmo dire in tal senso che il Belice ha fatto da “apripista” per le successive ricostruzioni.
  3. Nel Friuli, inoltre, il governo ha nominato un commissario straordinario per la ricostruzione (Zamberletti), cosa che per il Belice non è mai accaduta. C’era quindi una figura chiamata politicamente a rispondere su ciò che veniva realizzato e ciò che invece non veniva fatto.
  4. Ci sono infine fattori ambientali legati ad esempio alla criminalità organizzata, presente da tempo in questo angolo di Sicilia, che non vanno dimenticati. Ma anche se non ci fossero state infiltrazioni criminali nella ricostruzione, è facile capire che con le premesse di cui sopra sarebbe stato comunque impossibile ottenere nel Belice risultati analoghi a quelli del Friuli nella ricostruzione.

*dati EMDAT (The International Emergency Disasters Database) aggiornati il 23 gennaio 2018

** rapporto “I costi dei terremoti in Italia” del Centro Studi Consiglio Nazionale Ingegneri (CNI)

Foto: L’esercito interviene dopo il terremoto in Friuli del 1976

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...