Luoghi del Belice: Il Borgo di Dio

Il Borgo di Dio non è un luogo turistico, né si trova territorialmente nella Valle del Belice, pur essendo legato alla sua storia. Si tratta di un centro di formazione costruito a Trappeto dal Centro studi e iniziative per la piena occupazione fondato dal sociologo triestino Danilo Dolci.

La struttura si trova in cima a una collina che si affaccia sul Golfo di Castellammare e la vista è davvero stupenda.

IMG_20160927_102753_resized_20170416_070504701
Vista dal Borgo sul Golfo di Castellammare. Credit: Anna Ditta

Il nucleo originario del Borgo, realizzato negli anni Cinquanta, comprendeva una casa e un asilo per i bambini più bisognosi. In seguito all’opera di sensibilizzazione degli amministratori locali della Valle del Belice promossa dal centro, nacque l’esigenza di formare i quadri comunali che avrebbero raccolto i dati necessari a ideare i piani di sviluppo dei singoli comuni della Valle. Per questo il centro fu ampliato con la costruzione di nuove strutture tra gennaio e settembre 1968. Il progetto fu realizzato dal celebre architetto Giorgio Stockel.

Dentro l’auditorium del Borgo si possono ammirare i murales realizzati da Ettore De Conciliis e Rocco Falciano per rappresentare la Sicilia degli anni Sessanta, il potere della Democrazia Cristiana e della Chiesa cattolica, la corruzione e la mafia. Altri murales rappresentano l’ingiustizia nel mondo e sottolineano il potere delle persone che, riunite in gruppo, possono dare vita a un “mondo nuovo”.

IMG_20160927_104413
Uno dei murales realizzati al borgo dagli artisti Ettore de Conciliis e Rocco Falciano. Il personaggio ritratto al centro è l’allora capo della Dc siciliana Bernando Mattarella. Credit: Anna Ditta

Dopo un periodo di abbandono, negli ultimi anni il Centro sviluppo creativo Danilo Dolci, insieme a Libera Palermo e a Fondazione con il Sud ha valorizzato nuovamente la struttura, che adesso ospita raduni ed eventi culturali.

Qui il sito ufficiale del Borgo di Dio e del Centro per lo sviluppo creativo Danilo Dolci di Palermo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...